Depressione - psicologa-parisi-cento-bologna

Vai ai contenuti

Depressione

Problematiche trattate
DEPRESSIONE
   Quando trascorriamo una giornata in cui siamo giù di corda, tristi, insoddisfatti, irritati stiamo sperimentando un temporaneo calo passeggero dell’umore; un EPISODIO DEPRESSIVO MAGGIORE invece presenta più sintomi e per un tempo prolungato, chi ne soffre si sente senza speranza e senza risorse, si sente svuotato di energie di fare qualsiasi attività, fisica e mentale, perché nulla è interessante o piacevole, sono presenti disturbi dell’alimentazione, del sonno, della concentrazione.
   In un continuo rimuginio, si guarda la propria vita passata e tutto sembra un fallimento, di cui ci si sente colpevoli e delusi di sé, si guarda al futuro con la convinzione di dover affrontare solo altri fallimenti causati dalle proprie incapacità; oppure ci si sente delusi dagli altri, si è certi che la colpa sia degli altri, della vita, della sfortuna e si prova rabbia verso tutto e tutti, ci si chiude, sfiduciati di migliorare e sfiduciati dell’aiuto che gli altri ci offrono, in un sentimento di angoscia in cui possono essere presenti di morte.
   L’esordio può essere graduale o improvviso, in quest’ultimo caso, il fattore scatenante può essere un evento negativo stressante, o un evento positivo portatore di cambiamento sostanziale, o la mancanza di attesi eventi positivi, per i quali ci si è impegnati; poiché il disturbo depressivo può diventare ricorrente e cronico, nelle ricadute successive al primo episodio, gli eventi scatenanti sono difficilmente individuabili, anche perché spesso lievi cali di umore possono far ripiombare nella convinzione di essere in un nuovo episodio depressivo (vulnerabilità alle ricadute).
   La DISTIMIA è un disturbo depressivo persistente accompagnato da umore basso, disperazione, difficoltà a concentrarsi, affaticamento, scarsa autostima, problemi di appetito o del sonno, sono assenti sentimenti ingiustificati di colpa o di suicidio; la persona distimica soffre silenziosamente, tende a mettere molte energie nel lavoro lasciando poco agli aspetti sociali della vita, può non essere consapevole di essere depressa e ricorrere tardivamente all’aiuto del professionista.
   Nel DISTURBO BIPOLARE i sintomi depressivi si alternano a episodi di euforia o irritabilità, infatti vengono sperimentati stati di esaltata autostima acritica, espansività, logorrea, fuga delle idee, distraibilità eccessiva, diminuito bisogno del sonno, esagerato coinvolgimento in attività finalizzate e ludiche, irritabilità qualora gli altri impongano limiti.
   Questa sintomatologia si manifesta in forma grave nell’episodio maniacale e pregiudica il funzionamento personale, lavorativo, sociale, invece, nell’episodio ipomaniacale i sintomi non sono abbastanza gravi da compromettere le abituali attività personali, relazionali e lavorative e può essere presente una aumentata capacità di dedicarsi positivamente a molte attività.
BOLOGNA - Via Berengario da Carpi n° 9/c ---- CENTO (FE) - Galleria Maestri del Lavoro n° 4 -- Cell. 349 280 9678
Torna ai contenuti