Problemi di autostima - psicologa-parisi-cento-bologna

Vai ai contenuti

Problemi di autostima

Problematiche trattate
PROBLEMI DI AUTOSTIMA
  L’autostima è lo sguardo d’insieme su di sé, su come ciascuno vede se stesso, su come si giudica, sul tipo di valore che si attribuisce sia come persona competente e capace sia come persona degna di essere amata e apprezzata.
  La stima di sé non è data una volta per tutte nella vita, ma può essere modificata (incrementata o decrementata) dalle esperienze vissute di volta in volta e dalla qualità delle relazioni con le persone significative incontrate. Inoltre, non c’è un legame diretto tra le qualità obiettive di una persona e il suo sentirsi soddisfatta di sé.
  La vulnerabilità dell’autostima dipende dalla non compresenza o dalla presenza poco stabile o non equilibrata di tre componenti quali:
  • - l’amore di sé, cioè ciò che ci consente di apprezzarci nonostante i nostri limiti e difetti.
  • - la visione di sé, cioè la valutazione dei nostri pregi e difetti, definita dal confronto tra l’immagine percepita e l’immagine di ciò che si vorrebbe/dovrebbe essere.
  • - la fiducia in se stessi, cioè il pensarci capaci di agire in maniera adeguate nelle situazioni.
   Il ruolo della fiducia in se stessi è fondamentale in quanto ha bisogno di azioni per mantenersi e svilupparsi. D’altra parte, l’agire umano è influenzato sia dalle aspettative che abbiamo di noi stessi, sia dalla raggiungibilità o meno dei modelli di riferimento, sia dalle qualità di relazioni che abbiamo sperimentato e sia dai rimandi che riceviamo dalle persone nei contesti personale, lavorativo, sociale.  
   Non esistono dei parametri assoluti per stabilire quanto valiamo, l’autostima è basata sull’accettazione di ciò che siamo adesso, nel presente, senza rimpianti per gli sforzi che non abbiamo fatto in passato, senza frustrazioni per ciò che non abbiamo ancora realizzato.
   E nel presente, affrontiamo le situazioni quotidiane valutate da noi a rischio di piccoli fallimenti, evitando che siano gli altri a fare al nostro posto, evitando di auto svalutarci ripetutamente (“Sono incapace, non ce la posso fare”), evitando di sforzarci di essere ciò che pensiamo che gli altri si aspettino da noi.   
BOLOGNA - Via Berengario da Carpi n° 9/c ---- CENTO (FE) - Galleria Maestri del Lavoro n° 4 -- Cell. 349 280 9678
Torna ai contenuti